Tutti gli articoli di andrea

Abbigliamento per mtb: accorgimenti sulla scelta degli indumenti

Alla guida della nostra bike ci sentiamo liberi, pedaliamo forte perché pedalando ci sentiamo bene, abbiamo la sensazione di poter andare ovunque e la strada davanti a noi si fa sempre più corta giro dopo giro.

Andare in bici fa bene, lo dicono tutti gli amanti della leggendaria mountain bike e lo dicono gli studiosi: andare in bici favorisce il nostro benessere psico-fisico.

Ed è per tale motivo che è d’obbligo usare un abbigliamento appropriato perché in bici più che mai dobbiamo puntare sul massimo comfort per poter migliorare le nostre prestazioni.

Ecco alcuni consigli sulla scelta del vostro nuovo abbigliamento per mtb in vista della stagione invernale in arrivo.

Per iniziare la fase di riscaldamento, specie con l’abbassarsi delle temperature sarà meglio munirsi di una giacca antivento termica e impermeabile, così non dovrete temere le intemperie climatiche.

Scegliete un modello che sia di vostro gusto ma non trascurate la presenza di loghi riflettenti per poter pedalare in sicurezza anche di notte. Sotto indossate una t-shirt in cotone se il tempo è ancora mite, diversamente, con un clima più freddo è preferibile optare per una maglia termica.

La particolarità di questo genere di maglie è che presentano una struttura con un lato esterno liscio e una parte interna in spugna che favorisce l’uscita del sudore e trattiene l’aria per creare l’effetto termico. Nel caso non vi piacesse l’idea di vestirvi troppo carichi potreste pensare di abbandonare la giacca e usare dei comodi manicotti riscaldanti e confezionati con materiali isolanti che proteggono dalla pioggia.

Dei pantaloni comodi sono forse la parte più importante e per tale motivo consigliamo di scegliere un pantalone per mtb tecnico, meglio se con tessuto elasticizzato e cuciture ergonomiche contenitive.

I nuovi modelli presenti in commercio sono brevettati con un sistema di trasporto del sudore verso l’esterno atti ad espellere il sudore e assicurare un’asciugatura rapida. Se siete più propensi a usare un modello di pantalone corto, consigliamo l’acquisto dei nuovi pants 3d realizzati con un accostamento di tessuto e gel la cui funzione è di distribuire equamente la pressione del peso del corpo premuto sulla sella.

La Tirreno-Adriatico: la corsa dei due mari

Tra tutte le corse a tappe italiane, la Tirreno- Adriatico  ha un posto di privilegio nel cuore dei tifosi, perchè è la prima grande corsa in ordine cronolologico che porta tanti campioni con le loro  biciclette e tutti gli accessori mtb necessari su  le strade del centro Italia.

La Tirreno- Adriatico,che si corre solitamente nel mese di marzo, è un corsa ciclistica la cui prima edizione risale al 1966, con la vittoria di Dino Zandegù, e dal 2005 al 2007 ha fatto parte del calendario del Uci Pro Tour  mentre dal 2009 fa parte del calendario mondiale Uci.

Storia della corsa

La prima corsa quella del 1966, si chiamava la “Tre giorni del Sud”  organizzata dal Velo Club Forze Sportive Romane e prevedeva la partenza dalla capitale e l’ arrivo a Pescara e si snodava sui  tre tappe in cui venivano percorsi circ 615 km.

Dalla seconda edizione ha cambiato il nome in quello attuale, poichè la corsa prendeva il via da una località che si affacciava sul mar Tirreno e arriva sul Mar Adriatico, più precisamente a San Benedetto del Tronto  e da qui è nato il soppranome di “corsa dei due mari”.

Il corridore con il maggior numero di  successi in questa corsa  è il belga Roger De Vlaeminck, che ha trionfato per 6 volte consecutive.

La nazione con più vittorie è l’ Italia e tra questisi annoveranno  i grandi campioni del pedale come: Michele Scarponi, Stefano Garzelli e Vincenzo Nibali, vincitore di due edizioni consecutive.

Come per tutti i grandi giri anche per la Tirreno- Adriatico il segno del primato è dato da maglie colorate:

  • Generale: maglia blu
  • Punti: maglia rossa
  • Giovani: maglia bianca
  • Scalatori: maglia verde

Il vincitore dell’ edizione 2015 è stato il colombiano Nairo Quintana, che vanta in carriera anche un Giro d’ Italia e  due secondi posto al Tour de France

L’ edizione 2016

Nel 2016 siamo giunti alla cinquantunesima edizione della corsa che si svolge dal 9 al 16 marzo, partendo dal Lido di Camaiore con una cronosquadre per arrivare fino a San Benedetto del Tronto per la prova finale.

Le tappe della Tirreno-Adriatico 2016 sono:

  • Cronosquadre Lido di Camaiore  22,7 km
  • Camaiore- Pomarance  207 km
  • Castel Nuovo di Val Cecina-Montalto di Castro 176 km
  • Montalto di Castro- Foligno  216 km
  • Foligno- Matelica 178 km
  • Castel Raimondo- Cepagatti  210 km
  • San Benedetto del Tronto  cronometro 10 km