Rubgy e allenamento: come allenarsi per questo sport?

Il gioco del rugby richiede senza dubbio, agli atleti che lo praticano, un livello di preparazione fisica davvero molto elevato. Per poter giocare a rugby, ovviamente, un fisico “normale” non è sufficiente: bisogna avere una corporatura molto robusta e muscolosa, trattandosi di uno sport basato quasi esclusivamente sul contrasto fisico, di conseguenza anche l’allenamento da seguire deve essere adeguato.

Chi pratica rugby deve certamente allenarsi in modo particolarmente duro, soprattutto nel caso in cui si pratichi questo sport a livelli professionistici. Essere fisicamente ben allenati è importantissimo, in questo sport, non solo per migliorare le proprie prestazioni, ma anche per poter scongiurare il rischio di infortuni: nei frangenti di gioco più duri, infatti, è assolutamente indispensabile avere un fisico resistente per evitare di subire dei danni, considerando che bisogna contrastare degli avversari con una stazza fisica notevole.

Quale può essere, dunque, un buon esempio di allenamento per un rugbista? Anzitutto, la massa e la tonicità muscolare sono aspetti fondamentali, di conseguenza è certamente importante che un atleta che pratica rugby dedichi diverse ore, ogni settimana, al fitness ed al sollevamento di pesi. In questo sport, l’allenamento con i pesi riguarda principalmente lo sviluppo della massa muscolare, di conseguenza si prediligono in genere poche ripetute con molto carico, piuttosto che molte ripetute con carichi medi. Considerare la massa muscolare come l’unico fattore rilevante per poter avere un fisico ideale per giocare a rugby, tuttavia, sarebbe certamente un errore: nel rugby, infatti, è importantissima anche la resistenza ossea.

Per sviluppare questo aspetto, dunque, l’allenamento del rugbista prevede degli esercizi specifici, i quali hanno come finalità quella di rendere l’ossatura maggiormente resistente agli urti: per questo tipo di esigenza, in genere, si effettuano delle esercitazioni di gruppo, con le classiche “spallate” tra rugbisti, oppure si utilizzano degli appositi materiali tecnici. Una metodologia di allenamento che ha riscosso un grande successo negli ultimi tempi, e che effettivamente si rivela molto adatta al gioco del rugby, è inoltre rappresentata dal cosiddetto Functional Training. Questo tipo di allenamento prevede una vasta gamma di esercizi, sia a corpo libero che con l’ausilio di specifici accessori, ed ha come finalità quella di migliorare la mobilità del fisico, aspetto molto importante soprattutto per atleti che hanno una massa muscolare piuttosto importante.

Insomma, come si può ben notare l’allenamento di un rugbista deve essere molto variegato affinchè l’atleta possa garantire, durante la competizione, delle prestazioni di livello, sia per quanto riguarda le competizioni professionali che quelle amatoriali.